La Storia

CENNI STORICI ANDI

L’A.N.D.I. Associazione Nazionale Degli Inventori, nasce ufficialmente nel 1947, quando viene riconosciuta ente morale senza scopo di lucro con il decreto del Capo Provvisorio dello Stato il 27 agosto 1947.

L’A.N.D.I. si costituisce attorno a Mario Tanferna, ingegnere assistente del professor Vallauri, tenente colonnello e poi Generale del 15° reggimento del Genio, collaboratore di Enrico Fermi, oltre che filosofo, allievo di Benedetto Croce e poi avversario. Dopo aver partecipato alla guerra di liberazione pensa, unitamente al gruppo dei “Ragazzi di via Panisperna” di costituire una associazione per raggruppare e tutelare gli inventori, in modo da incoraggiare la ripresa di una attività innovativa, importante per la ripresa economica del Paese appena uscito dalla guerra.

Oltre alla collaborazione alla ripresa economica dell’Italia, nella visione di Tanferna è importante anche la collaborazione fra gli inventori di tutto il mondo, nella consapevolezza che l’attività inventiva volta al superamento di un problema tecnico non fa distinzione di razza, religione e ideologia, pertanto il dialogo e la conoscenza sono stati fondamentali in quello sforzo comune che ha portato Tanferna, assieme a molti altri cervelli italiani (fra cui Dante Giacosa, il padre della FIAT 500) a cooperare alla ricostruzione del Paese.

Uno dei primi successi ottenuti dall’ANDI è stata la preparazione degli Accordi Lovett-Lombardo del 1947,(Robert A. Lovett allora sottosegretario di Stato e l’onorevole Ivan Matteo Lombardo allora sottosegretario al ministero dell’industria) con cui veniva ripianata una grossa parte del debito di guerra dell’Italia nei confronti degli Stati Uniti, grazie anche al riconoscimento delle requisizioni, che allora ammontavano a svariati miliardi, dei brevetti ottenuti negli USA dagli inventori italiani.

Nel 1978 il dott. Prof. Alessandro Mascioli, ricercatore e assistente di Tanferna, prende il suo posto  come Presidente ANDI, fino alla sua morte nel 2007. Il Prof. Mascioli è stato il promotore di “INVENTECO”, la fiera delle invenzioni  ecologiche e all’innovazione rivolta al miglioramento della qualità della vita, con la prima edizione nel 1990.